Apr 292010
 

I seni rivestono un ruolo molto importante nella psicologia femminile, chiunque può rilevarlo riflettendo sull’angoscia terribile che provano tante donne quando sono costrette a perderne uno, tette grosse oppure sul cruccio di quelle che diventano adulte e si scoprono sfornite di tale attributo.

Come si può osservare dalla figura B, il seno è costituito essenzialmente da una massa di tessuto, formata da ghiandole lattifere, ricoperta di grasso e attaccata alla parte anteriore della parete muscolare del torace.

Dalle ghiandole produttrici di latte si diparte un gran numero di dotti che arrivano a piccoli seni lattiferi (o zone di raccolta) situati proprio dietro il capezzolo.

In mezzo ai dotti lattiferi vi è un reticolato di tessuto fibroso che funge da sostegno per il seno e ne modella la sagoma. Questo tessuto fibroso tende a rilassarsi un po’ con il passare degli anni, specialmente se le mammelle sono molto voluminose e pesanti.

Le dimensioni del seno dipendono dalla quantità di grasso e di tessuto ghiandolare, il quale a sua volta è determinato in gran parte dal patrimonio ormonale della donna.

E’ difficile e pericoloso cercare di modificare le dimensioni del seno ricorrendo a cure a base di ormoni.

Attualmente è diventato abbastanza facile ingrandire seni piccoli (o ridurre quelli troppo voluminosi) mediante la chirurgia plastica.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:56
Apr 252010
 

Le donne, come ho già detto precedentemente, presentano alcune analogie fisiche sorprendentemente simili agli uomini, anche se ovviamente il corpo maschile è molto più solido e robusto.

Ma una delle differenze più importanti fra i due sessi sta, video sesso amatoriale come ho detto, nell’atteggiamento totalmente diverso nei confronti del proprio corpo!

Gli uomini tendono a considerarlo sotto un aspetto fondamentalmente brutale e meccanico e tantissimi maschi ritengono che analogo atteggiamento si possa mostrare verso il corpo femminile.

È importantissimo per un uomo comprendere che la donna reagisce quasi sempre male a qualsiasi approccio di tipo meccanico rivolto verso la sua persona.

Tutti gli uomini che identificano una donna con una macchina (<<spingi il bottone giusto e lei parte … >>) si devono preparare a ricevere una delusione!

La donna considera il proprio corpo in termini molto più romantici e misteriosi (talvolta addirittura mistici) e spesso architetta ogni sorta di emozionanti fantasticherie sul modo in cui è fatta.

Soltanto l’uomo capace di trattare il suo corpo come lei vuole, avrà davvero successo nel soddisfare le esigenze della sua compagna, sessuali o meno.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:48
Apr 212010
 

È abbastanza deprimente che molti uomini e molte donne non conoscano l’anatomia del proprio corpo, né quella del loro partner. Ciò è senz’altro sbagliato.

Un uomo che non abbia la minima idea della bellissima e complessa conformazione dell’apparato genitale femminile è destinato, porno gay con molta probabilità, a diventare un cattivo amante.

Analogamente una donna che non conosca il funzionamento fondamentale degli organi sessuali del suo partner (compresa la conoscenza di cosa lo eccita e di cosa presumibilmente lo infastidisce) non può essere una buona amante.

Non è vero che il sesso è un fatto istintivo donato da madre natura. Essere dei buoni amanti lo si apprende con il tempo e l’esperienza, ma anche con la conoscenza delle zone erogene del nostro partner e del nostro corpo.

Inoltre è importante che chiunque possieda una conoscenza base della propria anatomia. E questo perché le zone sessuali del nostro corpo sono assai importanti sotto il profilo della salute.

Per esempio una donna che abbia a cuore il proprio benessere fisico deve effettivamente possedere delle nozioni riguardo il suo seno, cervice e utero e soprattutto riguardo i sintomi che possono rivelare la presenza di disturbi in quegli organi.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:28
Apr 172010
 

È alquanto sorprendente, ma durante i primi stadi di vita intrauterina gli organi sessuali maschili e quelli femminili sono costituiti dagli stessi tessuti.

Molti di essi hanno quindi il proprio equivalente sia nel maschio che nella femmina:

FEMMINA MASCHIO
Clitoride Pene
Ovaie Testicoli
Labbra Scroto
Punto G Prostata
Capezzolo femminile Capezzolo maschile

donne lesbiche in calore
In risposta a stimoli sessuali questi organi tendono a comportarsi in maniera pressoché analoga in entrambi i sessi.

Forse la cosa più importante da sottolineare, e tutte le coppie dovrebbero prenderne atto, è che la clitoride è l’esatto “equivalente” del pene.

Questo è il motivo per cui la clitoride rappresenta l’organo più sensuale della donna e per cui tutti dovrebbero conoscerne con esattezza la posizione.

Ma tutti noi sappiamo anche che esistono grandi differenze tra il corpo dell’uomo e quello della donna. La più notevole sta nell’atteggiamento totalmente diverso nei confronti del proprio corpo.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 12:10
Apr 102010
 

Alcuni anni fa, mi recai a un corso di preparazione matrimoniale, nel quale venivano proiettate delle videocassette con immagini di sesso sorprendentemente esplicito.

Quello che provocò più stupore fu il filmato di una vecchia coppia dall’aspetto sano e vivace, costituita da due amanti sfrenati ed entusiasti di circa 75 anni!

Ritengo che questo fatto accendesse in molti dei presenti un certo grado di nuove speranze. le 7 età sessuali Infatti, tutte le indagini più recenti rivelano che se una coppia è legata da amore e se entrambi i componenti godono di una salute ragionevolmente buona, non esiste veramente alcun motivo per cui essi non dovrebbero continuare a fare all’amore finché ne hanno voglia.

Ovviamente molte persone, durante gli ultimi anni della loro vita, non sono particolarmente interessate al sesso e sono completamente appagate dalla compagnia di un partner affettuoso, senza nutrire nessun interesse verso l’attività sessuale.

In ogni modo, i problemi insorgono se la sessualità dei partner “cala” in epoche diverse. lo, per esempio, ricevo molto spesso lettere indirizzate alla mia rubrica da parte di nonne che si sentono ancora sexy, anche se i loro mariti non lo sono più.

In questi casi, ovviamente, è importante che il partner in difetto faccia del proprio meglio per aiutare l’altro o l’altra a trovare il proprio sfogo sessuale. Se un vero rapporto è difficile o impossibile, ciò può avvenire mediante giochi erotici (petting).

Talvolta alcune coppie, che per la loro età rientrano in questo gruppo, incontrano delle difficoltà perché un rapporto nella posizione abituale è troppo scomodo o doloroso. Allora può rivelarsi giovevole un semplice cambiamento a favore di una delle tante posizioni sessuali (che illustreremo ampiamente più avanti).

Se un partner carente non è capace o non può ricorrere al Viagra o non ha voglia di soddisfare il proprio coniuge, la soluzione migliore può essere rappresentata dalla masturbazione o dal ricorso a un vibratore.

Questa è anche la soluzione per molte vedove o vedovi. Ricevo un gran numero di lettere da vedove sui 60 o 70 anni che hanno ancora dei forti impulsi sessuali e che si domandano se l’autostimolazione sia un bene.

Per fortuna un’alta percentuale di coppie riesce a trascorrere insieme una vecchiaia serena. È vero che l’uomo non è più virile come era da giovane. Deve accettare il fatto che la frequenza dell’erezione probabilmente non sarà proprio la stessa di prima, e riconoscere che qualche volta avrà bisogno di una mano, che potrà essere la sua o quella della partner, e che lo aiuterà a ottenere l’erezione.

Ovviamente con i farmaci di ultima generazione il problema dell’erezione è quasi risolto, ma certi farmaci, come il Viagra, vanno assolutamente assunti solo sotto prescrizione medica.

Come si può vedere dalla figura J (anch’essa basata sul lavoro del dott. Kinsey), la grande maggioranza degli uomini di 65 anni è ancora valida sotto il profilo sessuale. Anche a 70 anni più del 70% dei maschi è ancora valido.

E come mostra il grafico, filmati porno erotici persino a 75 anni circa la metà degli appartenenti al sesso maschile è ancora in grado di avere un rapporto sessuale.

Infine, una parola di avvertimento per quei vecchi signori che danno la caccia a giovani donne con la convinzione di essere ormai “troppo vecchi” per avere bambini! Se si è in grado di praticare il sesso, probabilmente si è ancora in grado di concepire un figlio.

Molto spesso uomini sull’ottantina rendono gravide inconsapevolmente le loro compagne. Il caso più eccezionale di paternità senile è, secondo il libro dei primati, quello di Thomas Parr, un celebre damerino elisabettiano, il quale mise incinta una povera servetta quando aveva 104 anni!

Tutta una vita d’amore

In conclusione perciò, una coppia innamorata può continuare a praticare l’amore fisico che le si confà finché lo desidera.

Forse col passare degli anni dovrà ricorrere a degli accorgimenti e non tutti i coniugi devono aspettarsi le “prestazioni” dei 25 anni! Comunque, se si impegnano a mantenere un tocco di romanticismo e di umorismo, allora la loro vita sessuale dovrebbe conservarsi a un buon livello.

Il New England Journal of Medicine ha pubblicato i risultati di una vasta indagine effettuata su migliaia di coppie americane avanti negli anni.

Essa conferma che una larghissima percentuale di queste persone (che arrivavano fino ai 93 anni!) praticava ancora alcune forme di attività sessuale con il proprio compagno.

Quello che è particolarmente significativo, riferisce il rapporto, è l’elevata «qualità, quantità, varietà e godibilità delle loro attività sessuali».

Un’altra importante conclusione di questa relazione riguarda l’affermazione secondo la quale le persone che avevano maggiori probabilità di godere di una vita coniugale felice «sono coloro che amano avere rapporti sessuali con le proprie mogli». E allora, anche a costoro, i miei migliori auguri.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:44
Apr 082010
 

Luccicano, tintinnano, hanno un aspetto un po’ sadico, e stanno benissimo sulla pelle nuda.

Ci sono donne a cui piace tanto la sensazione di freddo sesso sado maso che comunicano quanto il simbolismo e uomini che passano ore ad annodarle e a scioglierle (provate a farle indossare anche a lui).

Sono scomode ed efficaci solo dal punto di vista simbolico, se volete usarle per legare il partner: però suggeriscono violenza e molte persone le trovano eccitanti.

Gli oggetti luccicanti e tintinnanti eccitano anche le gazze, non solo gli esseri umani.  Il sesso sadico o BDSM (Bondage Sado Maso)  è una pratica seguita da più coppie di quanto si pensi, ci sono regole da rispettare sia per i dominanti sia per i sottomessi.

Quando siamo adulti e consenzienti ogni gioco erotico è lecito, purché si tratti di un gioco, la violenza, quella vera, non è un gioco erotico, è una devianza, una patologia e un reato penale!

Liberamente tratto da “La gioia del sesso” di Alex Comford

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:32
Apr 022010
 

Come si può osservare dal grafico riportato nella figura H, la frequenza del rapporto sessuale cala leggermente con il passare degli anni, sesso amatoriale ma molto meno di quanto la gente possa immaginare, e la curva mostra la presenza di un piccolo, ma incoraggiante balzo in avanti verso la fine dei 40 anni!

In effetti, la maggior parte delle donne di mezza età è molto, molto sexy. Tutte le inchieste sembrano confermare questa affermazione.

Le donne che vivono consapevolmente la loro mezza età possiedono una capacità maggiore di raggiungere l’orgasmo rispetto alle più giovani.

La figura E mostra chiaramente che la percentuale di donne non in grado di arrivare all’orgasmo è molto più alta a 20 anni che non a 40. Inoltre, la capacità di provare più orgasmi è assai superiore fra le donne che hanno superato i 40 che non fra quelle di 25 o 30 anni.

Questo è un dato molto incoraggiante, specialmente se si è cresciute credendo alla favola che «arrivate ai 40 con il sesso si chiude», oppure che «il sesso finisce con l’arrivo della menopausa». Non esiste alcun motivo per cui una donna dopo la menopausa dovrebbe essere meno sexy di prima; anzi, certe donne, dopo, diventano più ardenti perché non esiste più la preoccupazione di una gravidanza.

Un’ altra diceria molto diffusa che si riferisce alle donne di questa età riguarda l’isterectomia.

In molti paesi occidentali almeno una donna su cinque subisce un’isterectomia, generalmente verso la mezza età. E a molte di esse viene detto (spesso da parte di amici “bene intenzionati”) che questo significa la fine della loro sessualità. le 7 età del sesso Ad altre può capitare di sentirsi dire che «verranno asportati tutti gli organi sessuali». Come si può comprendere osservando la figura I, nell’isterectomia è solo l’utero, a venire tolto, non la vagina.

Ciò significa che la vita sessuale non solo è possibile, ma che in realtà sarà piacevole esattamente come prima.

Alcune donne riferiscono che l’orgasmo è “diverso”, ma altrettanto gradevole. Naturalmente, se una donna ha sofferto di malattie dell’utero, come un prolasso (abbassamento dell’utero) o dei grossi, fastidiosi fibromi, allora è probabile che l’eliminazione del problema renderà la sua vita sessuale più piacevole.

Comunque, l’isterectomia è senz’altro un’operazione seria e comporta sempre un certo grado di sofferenza e di disagio.

In alcune nazioni, in particolare negli Stati Uniti, esiste il dubbio che si eseguano troppe isterectomie. Nessuna donna dovrebbe sottoporsi a questa operazione a meno che non ne abbia discusso seriamente con il proprio medico e che questi non lo ritenga un intervento indispensabile.

Segnalibro e Share
 Posted by at 13:38