Giu 242011
 

Uomini: fisiologicamente il sesso più semplice

E ora passiamo agli uomini. Sotto il profilo fisiologico, noi rappresentiamo di gran lunga il sesso più semplice, perciò non vi è molto da dire sul funzionamento dell’organismo maschile.
Ecco dunque un breve esame della fisiologia dell’uomo.

Il funzionamento dei testicoli

I testicoli svolgono una duplice funzione. fighe calde scopate Prima di tutto, producono gli ormoni maschili, i messaggeri chimici che viaggiano lungo la corrente sanguigna e danno all’uomo le sue caratteristiche peculiari.

In secondo luogo producono lo sperma, in cui sono milioni e milioni di spermatozoi. Nell’attimo in cui l’uomo “viene”, ne è rilasciata una quantità che sta tra i trecento e i cinquecento milioni, ognuno dei quali è alla ricerca di un uovo da fecondare. Ma cosa accade veramente ai testicoli quando l’uomo raggiunge l’eccitazione? Essi si sollevano verso l’alto in modo da premere contro il suo corpo. Gli studi di Masters e Johnson rivelano che se questo non avviene, allora la persona probabilmente non raggiungerà mai l’orgasmo.

Un’osservazione pratica riguarda il fatto che se la donna durante il rapporto accarezza i testicoli dell’uomo, ciò lo aiuterà a raggiungere l’orgasmo. Un metodo di stimolazione efficace è quello illustrato nella figura G.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Altre risorse: cerco donne divorziate

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:43
Giu 132011
 

Dal momento che ci stiamo occupando degli organi sessuali femminili, l’altra “funzione” che penso dovremmo affrontare in questo capitolo è la masturbazione, soprattutto perché tante donne nutrono tante preoccupazioni in merito.

Un numero sorprendentemente alto di donne ritiene ancora che in ciò vi sia qualcosa di sbagliato o di vergognoso, fighe aperte si masturbano e altre credono ancora che la masturbazione provochi conseguenze dannose, come per esempio danni alla vista!

Ancora oggi ricevo costantemente, presso la mia rubrica, lettere che dicono: «Sono preoccupata perché devo sottopormi fra breve a una visita ginecologica. Lei pensa che il medico sarà in grado di capire che mi sono masturbata?». Ecco la risposta:

  • no, il ginecologo non sarà in grado di accorgersene;
  • in ogni caso, non potrebbe esserne interessato!

Personalmente ritengo che oggi la maggior parte delle persone sia consapevole del fatto che la masturbazione è assolutamente innocua. Si sa anche che più e più inchieste hanno rilevato che la maggioranza delle donne si è saltuariamente masturbata.

In realtà la diffusione di tali notizie ha fatto nascere un nuovo tipo di equivoco. Oggi esistono moltissime donne che pensano di essere “anormali” perché non si masturbano! Non potrebbe esserci niente di più falso.

Sebbene le inchieste sul sesso dimostrino che la maggior parte delle donne adulte qualche volta si sia masturbata, in realtà un numero molto cospicuo di esse non l’ha mai fatto. E anche tra coloro che vi si sono dedicate, sono molte quelle per le quali questo è semplicemente un tipo di piacere saltuario, paragonabile spesso a poco più che una consolante carezza sotto la camicia da notte in una fredda sera d’inverno.

Perciò, per parlare in termini medici, quello che si deve dire a proposito della masturbazione è che essa dipende completamente da voi. Che la pratichiate o meno, in ogni caso non sarete assolutamente “anormali”.

È vero che attualmente molti sessuologi lo ritengono un aiuto per parecchie donne: allenta la tensione, è un aiuto in caso di difficoltà nel raggiungimento dell’ orgasmo, e serve persino a far diminuire i dolori mestruali.

In ogni caso, ecco qualche raccomandazione. Le donne (al pari degli uomini) talvolta fanno cose piuttosto sciocche quando si masturbano. Un mio amico medico, per esempio, dovette curare una ragazza che si era danneggiata notevolmente la vagina introducendovi uno spazzolino da denti elettrico.

Analogamente, io ho ricevuto parecchie lettere da medici in merito a pazienti che si erano provocate ferite alla clitoride per mezzo di manipolazioni troppo violente con diversi oggetti.

E vi sono talvolta anche casi di donne che con molto poco giudizio hanno cercato di masturbarsi spingendo avanti e indietro nel canale urinario oggetti come mollette per capelli. Questa è follia pura. Esiste il grosso pericolo che l’oggetto scompaia, finendo nella vescica!

Perciò, se desiderate masturbarvi (e per molte donne, soprattutto per quelle sole, divorziate o vedove, ciò costituisce senza dubbio un’esperienza piacevole e calmante) è preferibile esercitare un delicato sfregamento lungo la clitoride, servendosi di un dito o di un vibratore, secondo le vostre preferenze.

Non sentitevi mai in colpa per questo e ricordate che uno dei grandi vantaggi di questo sistema è che non potrà mai farvi restare incinte!

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Altre risorse: donne cougar

Segnalibro e Share
 Posted by at 10:15
Giu 062011
 

Sebbene la minzione (il passaggio delle urine) non faccia parte delle funzioni sessuali di una donna, l’apparato urinario femminile (vedere la figura E) è tanto strettamente connesso agli organi sessuali che ho ritenuto preferibile parlane in questa sede.

La minzione è una delle funzioni dell’organismo che provocano ancor oggi un senso d’imbarazzo e moltissime donne (ma anche uomini) zoccole trovano difficile affrontare l’argomento con il proprio medico. Al fine di ridurre l’imbarazzo generale in materia, concedetemi di spiegare il meccanismo della minzione.

Come si può notare osservando la figura E (apparato urinario femminile), le donne hanno la vescica urinaria situata proprio davanti alla parte superiore della vagina. In essa si trovano due canali (gli ureteri ) che discendono dai reni. E quando la vescica si svuota, l’urina fuoriesce attraverso il corto canale detto uretra.

In genere, le donne non avvertono assolutamente la presenza della vescica fino a quando non si sono raccolti circa 150 mI di urina. A questo punto, i nervi che corrono dalla vescica fino al midollo spinale e al cervello, cominciano a inviare deboli segnali, i quali avvertono che la vescica necessita di essere svuotata entro un breve lasso di tempo.

Se si accumula una quantità sempre maggiore di urina, la donna comincia a sentirsi a disagio. Quando si raggiungono i 600 ml i segnali provenienti dall’alto si fanno molto insistenti. Se vi provaste a resistere molto più a lungo, scoprireste semplicemente di non esserne capaci!

È singolare notare come durante la gravidanza una donna possa andare da un eccesso all’altro: riesce a trattenersi molto più a lungo o non può trattenersi affatto. La donna incinta sembrerebbe, in tali casi, possedere una specie di amministrazione particolare per cui la sua vescica può resistere anche il doppio del tempo normale.

Quando infine decidete che è giunto il momento di svuotare la vescica, segnali nervosi discendono dal cervello e la fanno contrarre. Essi inoltre provocano la distensione degli sfinteri (i muscoli che chiudono l’apertura della vescica).

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Altre risorse: incontri sexy

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:46