Lug 202008
 

L’uomo, il cui arco vitale è di cento anni, dovrebbe praticare il Dharma, l’Artha e il  Kama in tempi diversi ed  in modo che si possano armonizzare tra loro, senza collidere in alcun modo.

 Dovrebbe istruirsi durante l’infanzia; sesso estremo nell’adolescenza e nella mezza età dovrebbe dedicarsi all’Artha e al Kama, nella vecchiaia votarsi al Dharma e solo allora anelare a raggiungere il Mokaba, vale a dire l’affrancamento da ulteriori trasmigrazioni. Oppure, a causa della precarietà della vita, può praticarli nelle epoche in cui è raccomandato farlo. Tuttavia una cosa va tenuta presente: l’uomo deve condurre la vita dello studioso della religione fino a quando non abbia concluso la sua educazione. 

Dharma è obbedienza ai comandamenti della della Shastra [le Sacre Scritture degli Indù], che ingiungono di fare cose quali l’esecuzione di sacrifici che generalmente non vengono celebrati perché non appartengono a questo mondo e non producono alcun effetto visibile; ingiungono inoltre di non compiere azioni quali mangiare carne, che spesso si fa perché appartiene a questo mondo e produce effetti visibili.

Il Dharma dovrebbe essere appreso dallo Sbruti [Sacra Scrittura] e ricorrendo a coloro che ne abbiano conoscenza.

 Artha è l’acquisizione di arti, terra, oro, bestiame, ricchezza, cavalli, amici. Si tratta della protezione di quanto acquisito e l’accrescimento di ciò che si protegge.

 L’Artha dovrebbe essere appreso dai funzionari del re e dai mercanti che siano versati nelle pratiche del commercio.

Kama è il  godimento di oggetti appropriati attraverso i cinque sensi dell’udito, tatto, vista, gusto e odorato assistiti dalla mente e dall’anima. L’elemento essenziale è il peculiare contatto tra l’organo di senso e il suo oggetto; la consapevolezza del piacere che nasce da tale contatto si chiama Kama. fighe rasate

 Il Kama deve essere appreso dal kama-sutra (regole dell’amore) e dalla consuetudine dei rapporti sociali.

 Quando tutti e tre si pongono a confronto, il primo è superiore al successivo; vale a dire il Dharma è superiore all’Artha, l’Artha è superiore al Kama.

 Tuttavia l’Artha dovrebbe essere sempre praticato soprattutto dal re, perché è il solo ad assicurare la sussistenza degli esseri umani. Inoltre, essendo il Kama l’occupazione delle donne pubbliche, esse dovrebbero preferirlo agli altri due. Ma queste due condizioni estreme sono eccezioni delle regole generali.

Segnalibro e Share
 Posted by at 07:01

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)