Mar 012011
 

La cura di Alice Stockman: continuare, continuare, continuare sempre evitando che l’uomo raggiunga l’orgasmo. In realtà, si tratta di un esercizio per curare la eiaculazione precoce, più che di una tecnica generale cui ricorrere nel coito.

Un rapporto sessuale di lunga durata è bellissimo, ma lo scopo è di eiaculare, alla fine. come ritardare l'eiaculazione È una tecnica che alla donna procura enormi soddisfazioni: la versione originale della Stockman, in cui l’uomo non eiacula ma ha la possibilità di lasciar spegnere l’erezione in vagina, non presenta nessun vantaggio rispetto alla tecnica di far durare il rapporto altrettanto a lungo e di ottenere l’orgasmo e può inoltre sciupare la reazione.

Tuttavia, a sentire i resoconti sullo yoga del sesso fomiti dai testi orientali, vale la pena di provarla. L’antica filosofia taoista e tantrica sosteneva che lo sperma è il carburante dello spirito: l’uomo dovrebbe stare bene attento a conservarlo, attingendo virtù dalla donna.

L’eiaculazione potrebbe disperdere questa pretesa virtù. Di conseguenza, moltissime posizioni sessuali yoga sono state studiate proprio a questo scopo: far ottenere alla donna diversi orgasmi, mentre l’uomo conserva il proprio seme e, in realtà, compie un esercizio sessuale a scopo di meditazione.

Gli adepti dello yoga si esercitano, inoltre, a eiaculare “dentro”. È una tecnica che non dà soddisfazioni: lo sperma finisce nella vescica, dalla quale poi viene espulso attraverso le urine. In qualche caso la stessa cosa avviene spontaneamente, ma secondo noi si tratta di una malattia, oltretutto difficile da curare.

Questo spiega perché molti uomini traggono ben poca soddisfazione dalle elaborate posizioni indù per il controllo della eiaculazione precoce  o non precoce. Se uno desidera servirsi del coito come di una tecnica di meditazione, nulla lo vieta, anche se pare proprio che non ci siano motivi razionali contro l’eiaculazione finale.

Il metodo Karezza è stato elaborato, forse in base a considerazioni analoghe, dalla comunità di Oneida: è un mezzo per limitare il concepimento, anche se non dei più sicuri, perché lo sperma può uscire anche senza che ci sia un’eiaculazione vera e propria.

Qualche tempo fa, un prete progressista francese propose questo metodo come soluzione agli scrupoli del Vaticano sul controllo delle nascite. Lo chiamò continence conjugale, ma venne messo a tacere.

Il metodo consiste nella capacità di esercitare un controllo completo dei movimenti da parte del maschio (un esercizio perfetto per curare la eiaculazione precoce).

Ecco come funziona: la donna può fare unicamente movimenti interni, mentre l’uomo deve dare solo pochi affondi per mantenere l’erezione, fermandosi non appena la tensione aumenta.

Usatelo solo per addestrarvi ad avere un coito prolungato, poi cominciate a fare i normali movimenti fino all’orgasmo. Alla lunga la donna ne rimarrà sicuramente soddisfatta.

Liberamente tratto da “La gioia del sesso” di A. Comford

Altre risorse: incontri sexy.

Segnalibro e Share
 Posted by at 15:57

  One Response to “Cura per la eiaculazione precoce”

  1. Se si è brave e si ha molta confidenza e passione verso il partner allora lo si può portare ad arrivare ad una durata veramente lunga. Io cisono riuscita senza tecniche o consigli di nessuno. Sarà una dote naturale? boh.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)