Set 282008
 

Qualora il Kama sia praticato da uomini delle quattro caste secondo le regole delle Sacre Scritture [vale a dire mediante matrimonio legale], con vergini della loro stessa casta, esso diviene allora un mezzo per acquisire legittimi discendenti e fama, senza opporsi ai costumi del mondo.

Al contrario, belle donne nude sexi la pratica del Kama con donne di casta più elevata e con coloro che sono già state possedute da altri, anche se appartenenti alla stessa casta, è proibita. Ma la pratica del Kama con donne di casta inferiore, con donne radiate dalla loro casta, con donne pubbliche e con donne maritate due volte, non è né prescritta né interdetta. Lo scopo del praticare il Kama con tali donne è unicamente il piacere.

Le Nayika [donne che si possono lecitamente possedere], quindi, sono di tre generi e precisamente: fanciulle, donne sposate due volte e donne pubbliche. Gonikaputra è dell’opinione che ve ne sia un quarto tipo: una donna che si frequenti solo in occasioni particolari, benché precedentemente sposata ad altri.

Tali occasioni particolari hanno luogo quando un uomo pensa nel modo seguente: “Questa donna ha una mentalità indipendente ed è stata posseduta da molti altri prima di me. Posso quindi tranquillamente frequentarla come fosse una donna pubblica, pur appartenendo a una casta sociale più alta della mia: comportandomi così non violerò le ordinanze del Dharma“.

Oppure:
“Questa è una donna che è stata sposata due volte ed è stata posseduta da altri prima di me; non vi è quindi nessuna obiezione al fatto che io la frequenti”.
Oppure:
“Questa donna ha conquistato il cuore del suo grande e potente marito ed esercita una certa influenza su di lui, che è amico del mio nemico; quindi, se si avvicinerà a me, farà si che suo marito si allontani del mio nemico”.
Oppure:
“Questa donna farà cambiare idea, in mio favore, a suo marito che è molto potente e che al momento mi ha in antipatia e potrebbe arrecarmi del male”.
Oppure:
“Facendo di questa donna un’amica favorirò un amico o sarò in grado di provocare la rovina di un nemico, oppure sarò in grado di realizzare grandi progetti”.
Oppure:
“Unendomi a questa donna, ne ucciderò il marito e otterrò così le sue grandi ricchezze da me concupite”.
Oppure:
“La mia unione con questa donna non presenta alcun pericolo e mi porterà ricchezza di cui ho grande necessità, considerando la mia povertà e la mia incapacità di mantenermi. Otterrò quindi le sue vaste ricchezze in questo modo e senza alcuna difficoltà”.
Oppure:
“Questa donna mi ama ardentemente donne e uomini nudi e conosce le mie debolezze: se quindi mi mostrassi restio ad unirmi a lei, renderebbe pubblici i miei difetti e quindi macchierebbe la mia persona e la mia reputazione. Oppure muoverebbe pesanti accuse nei miei confronti, mi sarebbe difficile dimostrare la mia innocenza e sarei rovinato. O forse metterà contro di me suo marito che è potente, e tuttavia sotto il suo controllo, e lo farà alleare al mio nemico o lei stessa si unirà a costui”.
Oppure:
“Il marito di questa donna ha violato la castità delle mie mogli; mi vendicherò quindi dell’offesa seducendo le sue”.
Oppure:
“Attraverso l’aiuto di questa donna ucciderò un nemico del re che ha trovato rifugio presso di lei e che dal re ho avuto ordine di eliminare”.
Oppure:
“La donna che amo è sotto il controllo di questa donna. Attraverso l’influenza della seconda potrò conquistare la prima”.
Oppure:
“Questa donna condurrà a me una fanciulla dotata di ricchezza e bellezza, ma difficile da conquistare e tenuta sotto il controllo di altri”.
O infine:
“Il mio nemico è amico del marito di questa donna; pertanto farò in modo che si allei con il mio nemico, creando così ostilità tra lui e suo marito”.

Segnalibro e Share
 Posted by at 13:24

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)