Gen 042011
 

Vediamo come funzionano gli organi sessuali. Comincerò dalle donne perché la loro fisiologia è molto più complessa rispetto a quella maschile.

Iniziamo dalle funzioni che svolge l’ovaio. Esso in realtà ne compie due. sesso violento Come ho già detto in un articolo precedente, produce gli ormoni sessuali femminili, i messaggeri chimici che scorrono nella corrente sanguigna della donna e contribuiscono a darle quelle tipiche caratteristiche muliebri come i seni, le anche arrotondate e il buonsenso di non agire con aggressività maschile.

L’altro compito svolto dall’ovaio consiste nell’ovulazione, che significa appunto rilascio di un ovulo da parte dell’ovaio. Si verifica una volta al mese, di solito circa 14 giorni prima dell’inizio del ciclo mestruale.

Potrete comprendere cosa intendo dire osservando la figura A: un ovulo “maturo” fuoriesce dalla superficie dell’ovaio, compie un fantastico “salto in lungo” attraverso il passaggio che separa l’ovaio dalla tuba di Falloppio, e poi si avvia lungo la tuba nell’eventualità d’incontrare qualche spermatozoo che arrivi dall’altra parte.

Non molto tempo fa, mi sono trovato a un congresso di cui era relatore il dotto Robert Edwards che, insieme a Patrick Steptoe ha inventato la fecondazione in vitro, ovvero la tecnica del “bambino in provetta”. Questi disse nel suo intervento che lui e Steptoe avevano appena scoperto che l’ovulazione avviene quasi sempre nelle prime ore del pomeriggio.

In verità, aveva avuto modo di osservare che le pazienti che si recano in Inghilterra per sottoporsi alla tecnica del test-tube baby presentano l’ovulazione verso le tre pomeridiane secondo il fuso orario del luogo di provenienza e che, invece, dopo circa un mese di soggiorno in Inghilterra, cominciano ad avere l’ovulazione verso le tre del pomeriggio, secondo il meridiano di Greenwich!

La relazione di Edwards ha provocato l’avventata congettura che il primo pomeriggio possa essere il momento migliore per instaurare una gravidanza. Ma non è necessario che voi disponiate le cose in modo di fare sesso dopo pranzo! Perché, se ci riflettete, l’ovulo di solito impiega uno o due giorni per compiere il suo viaggio lungo le tube di Falloppio. Perciò, se fate sesso più o meno il giorno dell’ovulazione, ci sono ottime probabilità di concepimento.

Il rilascio dell’ovulo è provocato da un segnale ormonale che una volta al mese va dalla ghiandola pituitaria (che si trova alla base del cervello) fino all’ovaio. Stress emotivi, o anche un cambiamento repentino di lavoro o di alimentazione, possono interferire con questo segnale, il che spiega come mai spesso si verifichino delle irregolarità nel ciclo mestruale in donne che hanno subito da poco forti tensioni emotive.

A questo proposito, è possibile che proviate un leggero dolore al basso ventre nei giorni a metà strada tra i due cicli: si tratta di un dolore provocato, al momento dell’ ovulazione, dall’uovo che viene rilasciato. Per alcune donne può rivelarsi utile in quanto segno che sta avvenendo l’ovulazione.

Un grafico della temperatura basale (di cui vi risparmio la visualizzazione) è un altro metodo per avere la conferma dell’effettivo verificarsi dell’ovulazione e per determinare il giorno in cui essa avviene.

Ma una valutazione veramente esatta del giorno di ovulazione richiede attenti calcoli di laboratorio per quantificare gli ormoni presenti nella donna. Purtroppo, non esiste ancora nessun metodo economico diffuso su vasta scala che aiuti a determinare l’ovulazione. Non appena ci sarà il metodo del ritmo (di cui parleremo più avanti nel blog), il controllo delle nascite diventerà molto più preciso.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 12:00

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)