Dic 102008
 

Quando entri pienamente nell’esperienza sessuale, lo stesso gesto di abbandonarti completamente al sesso ti porta oltre il sesso, ti collega con l’energia che pervade tutti gli esseri viventi, ti connette con la fonte della vita.

Il centro sessuale, nel Tantra chiamato anche primo chakra  –  il luogo nel tuo bacino dove ti ecciti e provi piacere – ti connette con il regno animale. Il primo chakra non ragiona, non conosce relazioni, non ha dubbi, reagisce istintivamente, è collegato con la forza pura del corpo fisico. ragazze nude da scopare È principalmente fiducioso, è il polo della sicurezza percepita in senso corporeo, a livello di sensazione.

Il problema è che nelle culture civilizzate queste qualità contano poco e che la natura istintuale del primo chakra viene coperta da una lunga serie di tabù e di proibizioni, specialmente per le donne.

Riprendere fiducia nella propria sessualità diventa un percorso che ti fa attraversare tutta una serie di paure, irritazioni, nervosismi, sensi di colpa e pudori, accompagnati da un senso di inadeguatezza. Ogni volta che sei eccitata o eroticamente carica, ti limiti a sfiorare queste difficoltà.

Ma quando stimoli il punto G esse si innalzano davanti a te come i mostri nella casa degli orrori al luna park. Ora, se ti lasci spaventare e fuggi, la paura rimane, se invece guardi i mostri negli occhi, diventano docili e perdono il loro aspetto inquietante.

Ogni volta che il punto G viene toccato, hai un’occasione per togliere una copertura al tuo centro sessuale, per liberare un altro po’ della sua energia, fino a trovare la sicurezza interiore che ti permette di abbandonarti totalmente. Allora il circolo vizioso degli ostacoli, che prima ti ingabbiava, si riapre di nuovo: ogni esperienza di abbandono ti rende più forte e più sicura, il che ti rende più disposta ad abbandonarti ulteriormente, e questo ti renderà ancora più sicura, e così via. In questo modo la scoperta della tua sessualità originaria, oltre ad essere una ricerca del piacere, ti riporta anche alle tue fondamenta.

Allora qualcosa si libererà tanto in te, quanto nella tua relazione con il maschile, in particolare con il tuo compagno. energia sessuale cosmica del tantra Quando il tuo centro sessuale sarà meno teso e più aperto per il semplice motivo che ti piace aprirti, anche il centro sessuale dell’uomo si rilasserà. Per entrambi sarà allora più facile sintonizzarvi sul piano corporeo, e una volta che i corpi comunicheranno tra di loro, molte delle cosiddette difficoltà di comunicazione, d’intesa e di opinioni si dissolveranno nel nulla.

Perché l’intimità è prevalentemente un’intesa tra i corpi e non tra le menti. Se osservi le tue relazioni, puoi infatti veder che soltanto nei momenti in cui i corpi sono energicamente chiusi, insensibili e lontani dal loro modo spontaneo di comunicare, inizi a rattoppare la carenza dell’intimità con molte parole.

Parole che per la loro logica astratta si attorcigliano in lunghe discussioni, incapaci di generare quel senso d’intesa che il corpo ci potrebbe dare naturalmente, se solo lo ascoltassimo. Comunicare con il corpo fisico, invece, aiuta ad aprire anche il corpo energetico, e quando la donna si apre nel primo chakra, per la relazione significa un salto di qualità!

Liberamente tratto da “Il punto G: una guida tantrica al mistero della sessualita femminile” di Eldmar e Michaela Zadra

Altre risorse per energia sessuale

Segnalibro e Share
 Posted by at 14:41

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)