Set 122009
 

Il cavallo è un oggetto erotico (vedi vestiti: ad es. il cavallo dei pantaloni) e giocare al cavallo e al cavaliere, oltre che montare in groppa, può essere un’esperienza eccitante per alcune persone.

Un cultore di questa pratica era Aristotele, che viene spesso rappresentato a quattro zampe con una ragazza a cavalcioni sulla schiena. ragazze scopate I moralisti medioevali, che vedevano in questa scena un terribile monito, non avevano capito un bel niente.

A certi uomini piace anche addestrare le donne come si fa con i cavalli, anche se di solito non è possibile montarle.

Si può dire, per lo meno, che sia un mezzo per eccitarsi altrettanto buono come travestirle da conigliette. In questa sede ne parliamo solo per completezza – non ci interessa molto – perché è un gioco erotico (equus eroticus, gioco della ragazza-pony) spesso citato nella letteratura.

La parte del cavallo può essere fatta sia dall’uomo che dalla donna. È curiosa la somiglianza che spesso si ritrova tra i giochi dei bambini e quelli erotici degli adulti.

Certa gente compera addirittura tutti i finimenti, sella e morso compresi. Una descrizione completa di questa tecnica verrà tratta più avanti negli articoli dedicati al sesso estremo.

Liberamente tratto da “La gioia del sesso” di Alex Comfort

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:50

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)