Apr 152009
 

L’uomo vive il sesso in modo intenso, estremo e totalizzante.

Prima dell’atto sessuale l’uomo anela a penetrare il corpo della donna. Il pene, duro ed eretto, è nel pieno dell’estensione e pronto a entrare nel sacro tempio della femminilità.

Nel momento in cui l’uomo penetra la donna il piacere si intensifica enormemente. uomini e donne in calore La nuova ondata di piacere è provocata dalla liberazione dell’energia sessuale.

Sentendo il pene avvolto e massaggiato dalla vagina calda e bagnata, tutto il suo essere ne trae beneficio. Improvvisamente è come se venisse trasportato dal regno del distacco intellettuale alle umide caverne della percezione sensibile e sensuale.

Il pene è l’organo più sensibile dell’uomo. Quando viene toccato, tutto il suo essere viene accarezzato, blandito, eccitato, elettrizzato dal piacere. Improvvisamente, l’amore tanto spesso trascurato dal suo io razionale viene risvegliato dall’intensità dell’appagamento sessuale.

Penetrando lo spazio accogliente della vagina l’uomo prova l’intensa soddisfazione di avvicinarsi alla meta. Man mano che la tensione si allenta, automaticamente viene travolto da un’ondata di emozioni e di sensazioni.

Terminato questo momentaneo allentamento della tensione, si ritrae: in tal modo accumula nuovamente lo stesso livello di tensione per spingersi ancora in profondità allo scopo di allentarla. Pompando ritmicamente dentro e fuori la tensione aumenta e, con essa, il piacere prodotto dal suo sfogo. La tensione si accumula e cresce gradualmente fino allo sfogo conclusivo.

Liberamente tratto da “Marte e Venere” di John Gray

Segnalibro e Share
 Posted by at 12:38

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)