Ago 052008
 

Dalla nostra esperienza, dalle osservazioni delle donne nei nostri corsi e da quello che asseriscono gli studiosi dell’argomento, possiamo darti alcune indicazioni su come puoi esplorare l’eiaculazione a tua volta.

Fighe porche sborrate

Innanzitutto se fai il massaggio del punto G con il tuo partner, puoi chiedere a lui, se e da dove emetti un liquido. Per lui è più facile da osservare che per te. La maggior parte degli uomini non hai mai visto una donna eiaculare e forse non sa nemmeno che è possibile. Perciò, quando fanno il massaggio per la prima volta e la donna eiacula, reagiscono con stupore, e con una certa curiosità. È una reazione comprensibile per chi vede uscire ad un tratto degli schizzi in un luogo che ha sempre « frequentato » senza che succedesse niente di simile. Però come uomo in questo momento non ti devi fermare, non mantenere la pressione costante.

Se poi come donna sei confusa sul fatto che il liquido emesso sia urina, eiaculato o secreto vaginale, prova a tastarlo, ad assaggiarlo ed a annusarlo per sentire la differenza.

Se sei ancora insicura di quale liquido si tratti, puoi andare per esclusione. Il secreto vaginale è più denso e mucoso degli altri due e ha un odore caratteristico. Una volta escluso questo, rimane il dubbio tra urina ed eiaculato. Video super troie La differenza tra i due è verificabile, senza fare dei test clinici, con un semplice esperimento: mangia una bella porzione di asparagi. Come sai, dopo alcune ore l’urina assume quell’odore tipico, dato dalla presenza dell’asparagina. Ora prendi due bicchieri, in uno fai un po’ di pipi e mettilo da parte. Poi svuota completamente la vescica. Adesso puoi iniziare a masturbarti portandoti vicino al momento dell’eiaculazione. Quando senti che stai per venire, con la mano libera poni il secondo bicchiere sotto la vulva e al momento dell’orgasmo eiacula nel bicchiere. Annusando i liquidi contenuti nei due bicchieri puoi trarre infine le tue conclusioni: se tutti e due sanno di asparagi, si tratta di urina. Se il liquido nel secondo contenitore ha un odore diverso, è eiaculato. Se il secondo sa un po’ di asparagi, ma non tanto come il primo, vuol dire che insieme all’eiaculato è uscita anche una piccola quantità di urina. In questo caso ripeti l’esperimento alcune volte, per imparare a distinguere le due sensazioni mentre ti lasci andare.

Come risulta anche dalle nostre statistiche, non sei l’unica a sentire lo stimolo di urinare durante l’orgasmo e circa un quarto delle donne ogni tanto trattiene l’orgasmo per questa paura. Qualcosa, se l’avesse lasciato scorrere, forse si sarebbe accorta che non era urina. Se anche tu finora hai trattenuto l’orgasmo durante l’atto amoroso per la paura di urinare, parlane con il tuo partner, mettiti un asciugamano sotto il bacino e lasciati andare. Il piacere è più importante di quella piccola chiazza. Lui ti dovrebbe comprendere, perché gli uomini non trattengono l’orgasmo per paura di eiaculare sul lenzuolo. La sensazione può assomigliare alla pressione di un liquido che cerca la via di uscita da un contenitore stretto, ma se ti lasci andare, ti accorgerai che la quantità in fondo è piccola….

Liberamente tratto da “Il punto G” di Elmar e Michaela Zadra

Segnalibro e Share
 Posted by at 06:46

  5 Responses to “Il punto G: anche la donna può eiaculare (parte 2a)”

  1. io con mia moglie l’ho scoperto da poco, nel senso che eiacula da poco alla stimolazione del punto G ma devo dire che cmq, nel nostro caso, ha un forte odore e sapore di urina ma questo non toglie nulla al piacere.
    Devo dire anche che non sempre lei eiacula, alcune volte mi chiede di smettere di massaggiarla perchè prova un certo fastidio.
    cosa fare in questo caso?

  2. “Se, per esempio, i tuoi tocchi la infastidiscono, come talvolta succede, non significa che stai sbagliando qualcosa, anzi può essere il segno che stai facendo bene il tuo lavoro, che la aiuti ad entrare in contatto con quei sentimenti che covano sotto le braci, che sono immagazzinati nel profondo dei suoi genitali e che vengono in superficie solo quando lei si rilassa veramente.”

    Per saperne di più vai a : http://www.sesso-estremo.webgraffiti.it/il-punto-g-bussare-alla-porta/218 e a http://www.sesso-estremo.webgraffiti.it/svelare-il-punto-g-in-5-passi/200 … o comunque guarda nella categoria “Sesso Tantrico” (soprattutto i vecchi articoli) vedrai che troverai quello che vai cercando.

    Infine mi permetto di fare i complmenti a tua moglie e a te per come affrontate il sesso nel rappoto di coppia.

  3. Hai davvero un bellissimo rapporto con tua moglie che consiglio a tutti! Credo che l’intimità e la complicità siano due cose splendide in una rapporto!

  4. Il punto G si trova sotto il labbro vicino al clitoride ?

  5. Vi prego aiutatemi ho letto articoli e libri ma non ci ho mai capito nulla

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)