Mag 092011
 

Quasi tutte le donne hanno le mestruazioni, in genere fra i 12 e i 49 anni.
Una donna ha le mestruazioni mediamente 13 volte l’anno, per cui deve vedersela con qualcosa come 480 cicli nel corso della propria vita.

Ma non è sempre così. Fino all’attuale secolo, molte donne mettevano al mondo tanti di quei bambini che durante tutta la vita avevano soltanto due dozzine di cicli!

Spesso i primissimi cicli mestruali non sono dolorosi, ma dopo alcune mestruazioni è possibile che si provi almeno un po’ di dolore. porno amatoriale Nel passato, gli “esperti” maschili consideravano pretestuosa l’idea della sofferenza mestruale, insinuando che si trattasse di un fenomeno puramente psicologico (suggestione).

Questa è una sciocchezza, naturalmente. Attualmente si ritiene che almeno il 75% delle donne soffra con una certa intensità di dolori periodici (o di dismenorrea per usare un termine più tecnico). Inoltre è importante capire che almeno 1/5 di quella percentuale soffre di mestruazioni o troppo abbondanti o troppo prolungate.

Ecco perché tante donne (al contrario degli uomini) diventano anemiche: perdono troppo ferro nel corso di cicli eccessivamente abbondanti o protratti, e il sangue si impoverisce. Per fortuna, le cure di cui oggi disponiamo sono in grado di aiutare la donna a combattere contro mestruazioni dolorose, abbondanti o prolungate.

In particolare devo dire che il fatto che milioni e milioni di donne usino oggi la pillola, ha modificato enormemente il problema dei dolori periodici e dei cicli eccessivamente abbondanti. A dispetto dei suoi possibili effetti collaterali, la pillola è assai efficace per:

  • eliminare il dolore mensile;
  • alleggerire il flusso mestruale;
  • accorciare la durata della mestruazione.

Ma di fronte al fatto che le mestruazioni procurano così tanti problemi alle donne (non le posso biasimare se le definiscono “una disgrazia”!), c’è da chiedersi perché mai una donna debba venire infastidita da tutto ciò.

Il motivo è estremamente semplice. Ogni mese, nell’utero si crea uno spesso rivestimento, pronto a ricevere un uovo fecondato. Tale rivestimento, è irrorato da vasi sanguigni. Ma se nessun uovo fecondato si annida nel rivestimento (in altri termini, se in quel mese la donna non rimane incinta), allora l’equilibrio ormonale del suo organismo manda un “messaggio”, di modo che il rivestimento si rompe.

La rottura di questo rivestimento riccamente irrorato provoca naturalmente un’emorragia, e questo è il ciclo mestruale. Il motivo per cui il sangue appare un po’ diverso da quello “normale” è che in esso si mescolano frammenti e secrezioni provenienti dal rivestimento dell’utero.

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Altre risorse: annunci di sesso.

Segnalibro e Share
 Posted by at 10:19

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)