Feb 112010
 

Al momento della pubertà, la ghiandola pituitaria (alla base del cervello) invia, tramite gli ormoni, segnali alle ghiandole sessuali, perché queste inizino ad agire.

Uno dei miracoli della vita sta nel fatto che in qualche zona del nostro cervello esiste una specie di orologio biologico. Grazie a un misterioso meccanismo, questo orologio si mette in moto quando un essere umano raggiunge una certa età e fa sì che la ghiandola pituitaria (situata, come si può vedere dalla figura A, alla base del cervello) invii dei segnali alle ghiandole sessuali, in modo che esse comincino a funzionare.

Queste, a loro volta, iniziano a produrre ormoni, i quali, mega pompino amatoriale viaggiando attraverso la corrente sanguigna, provocano nell’organismo effetti estremamente vistosi: in poche parole si verificano le metamorfosi tipiche della pubertà.

A che età si mette in moto questo importante orologio biologico? Quando si diventa sessualmete attivi? Esistono differenze sostanziali da persona a persona. I giovani si preoccupano spesso in modo eccessivo quando non sembrano in grado di raggiungere la pubertà nell’identico momento dei loro amici e compagni di scuola: la verità è che non esiste una data precisa.

In genere, la maggior parte dei ragazzi raggiunge la pubertà fra i 12 e i 15 anni, ma una parte di essi vi arriva un po’ prima (a 10 o a 11 anni) o un po’ dopo (a 16 o a 17).

È molto raro il caso, in realtà piuttosto preoccupante per gli stessi giovani e per i loro genitori, in cui la pubertà si verifica intorno ai 9 anni o addirittura prima (in questi casi a 9 anni siamo pronti per il sesso, ma non per l’amore. Tutto ciò provoca scompensi psico-fisici anche gravi).

Un dato raccapricciante rivela che la più giovane madre del mondo (di cui si ha notizia) fu una povera fanciulla sudamericana che venne violentata all’età di 4 anni. Disgraziatamente la sventurata bimba aveva già raggiunto i primi stadi della pubertà, per cui l’anno successivo diede alla luce una creatura.

In Cina, verso il 1904, un bambino di 9 anni e una fanciulla di 8 riuscirono a concepire un figlio (fare sesso a 8 o 9 anni è sicuramente un gioco, ma diventare genitori a quell’età non lo è affatto).

Per contro, alcuni ragazzi e ragazze non raggiungono veramente la pubertà fino a 18 anni circa. Quindi tranquilli ragazzi: vi aspetta una vita piena di sesso amore e avventure sessuali, non c’è motivo di avere fretta!

In genere, se un giovane di 16 o 17 anni non sembra presentire i segni della pubertà, sarà opportuno che questi si rivolga a un medico per un colloquio confidenziale; analogamente si dovrà consultare un dottore se un bambino raggiunge la pubertà prima dei 10 anni.

Fra l’altro non sembra corrisponda a verità la credenza, assai diffusa tra gli occidentali, che i giovani abitanti nei paesi caldi raggiungono la pubertà molto prima degli altri! Attualmente non esiste alcuna prova concreta in merito.

Certo, in alcune regioni tropicali è consuetudine che si uniscano in matrimonio fanciulli o fanciulle di 13 o 14 anni, usanza questa che noi occidentali giudichiamo riprovevole.

L’età della maturità sessuale e della capacità di amare e fare sesso varia notevolmente da cultura a cultura, amore e sesso: la maturità sessuale ad esempio in India può accadere che rampolli tredicenni di famiglie agiate ricevano dai loro genitori, come regalo di compleanno, delle concubine (un contrasto davvero stridente con i rigidi atteggiamenti di Hornby), ma non vi è alcuna indagine scientifica dalla quale risulti una loro eventuale maturità sessuale più precoce rispetto a quella dei ragazzi occidentali.

Né merita maggior credito quell’ altra credenza popolare secondo la quale ai nostri giorni le ragazze e i ragazzi arrivano alla pubertà molto prima di una volta. Certamente è diminuita l’età media in cui si ha un rapporto sessuale completo, ma questo non significa che i ragazzi siano sessualmente maturi prima di quanto non lo fossero 100 anni fa.

Spesso dimentichiamo che sia in Inghilterra che in altre nazioni occidentali sposarsi a 13 anni era un evento del tutto legittimo; fatto che oggi troveremmo sconvolgente!

Liberamente tratto da “Il libro completo dell’amore” di D. Delvin

Segnalibro e Share
 Posted by at 12:37

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)