Mar 192009
 

Questa posizione combina la libertà di movimento della donna con una sesso estremo forte concentrazione su se stessa, perché non guarda in faccia l’uomo.

È una posizione dove la donna conserva bene la propria individualità e indipendenza, mentre la coppia va in secondo piano.

La donna può stimolare bene il proprio clitoride e combinare le due stimolazioni in un unico ritmo, oppure stimolare il punto P dell’uomo.

Liberamente tratto da “Il punto G: una guida tantrica al mistero della sessualità femminile” di Eldmar e Michaela Zadra

Segnalibro e Share
 Posted by at 08:31

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)