Ott 272008
 

Gli uomini sono particolarmente suscettibili ai commenti sulla loro prestazione sessuale.

Talvolta i suggerimenti o le richieste della donna sembrano loro un rimprovero o una critica, ragazze scopate cosa che molti di loro non riescono a mandar giù. Trasmettere messaggi «caldi» e «freddi» può aiutare moltissimo i vostri partner. Almeno una volta nella vita avrete certamente giocato a «acqua e fuoco»: una persona cerca un oggetto e l’altra dà indicazioni servendosi dei concetti di caldo e freddo.

Quando il cercatore si avvicina all’oggetto l’altro dice «fuoco», mentre quando si allontana dice «acqua». In modo simile, durante il sesso la donna può emettere suoni che l’uomo possa interpretare come «Ti sei avvicinato al fuoco» o come «Stai andando verso l’acqua».

Sono reazioni molto importanti. È come se l’uomo avesse una benda sugli occhi e avesse bisogno delle indicazioni della donna per trovare la strada giusta. A ogni carezza ha bisogno di sapere se è «fuoco» o «acqua». Il feedback è molto importante perché col passare del tempo gli insegna a conoscere il corpo della donna. Talvolta la donna si sta godendo la fase rilassante dell’atto sessuale e non emette suoni o gemiti perché ha raggiunto una calma e una rilassatezza interiore.

Questo può creare confusione, perché viceversa in altri momenti se è silenziosa significa che le manca la stimolazione necessaria e quindi non gode. La soluzione è dire all’uomo che si sta vivendo un momento di relax.

Ecco come dirlo: sesso caldo «Mi sento così bene. Vorrei stare qui un attimo con te a farmi coccolare» oppure «È così bello rilassarsi per un attimo a godersi le tue carezze», oppure semplicemente «Mmm, mi piace così». In questo modo gli si darà la pazienza e la comprensione di cui ha bisogno per andare avanti.

Liberamente tratto da “Marte e Venere in camera da letto” di John Gray

Segnalibro e Share
 Posted by at 14:20

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)