Dic 042008
 

Se come donna sei abituata ad «abbandonarti» all’uomo trascurando te stessa, i tuoi bisogni, i tuoi impulsi, i tuoi desideri, sesso sfrenato tantrico se di solito fai sesso per compiacere lui o per legarlo a te, con il  passare del tempo non saprai neanche più riconoscere quali sono i tuoi desideri intimi, qual è il tipo di piacere che il tuo corpo vorrebbe provare se fosse libero da legami.

Ogni volta che ti sacrifichi per lui la tua passione riceve una ferita, e un bel giorno sarà morta. È un’immagine crudele, ma realistica per moltissime coppie. Una volta che la passione è spenta, di dirai: «Lo amo, ma, quando mi trovo a letto con lui, non provo alcun desiderio». Questo non è  l’abbandono in senso spirituale, e non è neanche amore, bensì non arrendersi.

Puoi riconoscere l’atteggiamento del sacrificio in alcune posture e gesti inconfondibili.

  1. Quando lui ti chiama, il tuo corpo scatta automaticamente.
  2. Sei molto attenta a come si sente lui.
  3. Tieni la testa leggermente protratta in avanti rispetto al busto, il bacino un po’ ritratto indietro.
  4. Se chiudi gli occhi e ascolti il tuo corpo, percepisci un cuore aperto e disponibile a tutti, mentre la parte bassa – la pancia, le pelvi, le gambe – sono meno sensibili.
  5. Percepisci il tuo respiro poco profondo, poco pieno, perché sei abituata a essere più attenta agli altri e agli avvenimenti esterni che a te stessa.
  6. Quando il tuo compagno ti ha fatto il massaggio al punto G, ti preoccupavi di come stava lui, temevi di essere troppo esigente, ti sentivi in colpa, riflettevi su come ricambiargli questo favore.

Se ti riconosci in questi atteggiamenti, puoi iniziare come prima cosa a dirigere di nuovo la consapevolezza che hai perduto su di te.

Inizia a respirare più profondamente e a focalizzarti sulle tue percezioni corporee mentre fai l’amore. Lasciati volutamente stimolare al magico punto e ricambia l’uomo non con preoccupazioni e sacrifici, ma entrando in un totale abbandono fisico la prossima volta che farete l’amore; insomma, godendo del tuo piacere. Dedicarti al tuo piacere è la chiave per riaccendere la passione, e quindi è il più grande regalo che tu gli possa fare. Se questo argomento ti incuriosisce, troverai maggiori dettagli nel libro Tantra per due edito dalla Mondadori.

Liberamente tratto da “Il punto G” di Elmar e Michaela Zandra

Segnalibro e Share
 Posted by at 12:57

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)