Lug 122008
 

Si tratta dello stato normale degli amanti che prendono le cose sul serio almeno come requisito fondamentale. Di solito non si comincia vestiti togliendosi quello che non serve, ma nudi aggiungendo tutti gli extra.

Nudità non significa mancanza di ornamenti. Le donne orientali si tolgono i vestiti e indossano i gioielli ( bisogna stare tuttavia attenti, fighe nude bagnate come con gli orologi da polso, che non graffino e non si impiglino ). Ovviamente, dopo, per dormire, è meglio toglierseli. La ragione principale per la quale molte persone dormono nude è che questo rende più intenso l’atto sessuale. Dopo, forse, è meglio infilarsi qualcosa, i corpi accaldati tendono ad appiccicarsi e quindi non è una cattiva idea che l’uno o l’altro indossi qualcosa che tenga asciutti. Sta di fatto che ormai passiamo sempre più tempo insieme nudi o con indosso soltanto il minimo indispensabile. Tutto questo influenza la scelta dei vestiti e anche, per esempio, delle sedie, che non devono essere appiccicose.

L’atteggiamento dei nudisti, per inciso, era un vero e proprio disastro ( non esistono mutande efficaci come quelle invisibili ). Adesso, grazie a Dio, si fanno avanti i giovani, completamente disinibiti, per i quali la nudità è un fatto del tutto naturale, non qualcosa di rituale, e prevede anche il rapporto sessuale, piuttosto che la pallacanestro e l’euritmia ( oppure entrambe le cose ).

In molti paesi il nudismo organizzato si pratica anche in famiglia; è probabilmente una buona idea. Per ragioni biologiche, la nudità dei genitori può spaventare i bambini e quindi non bisogna strafare. Spesso i figli di progressisti convinti sviluppano uno sconcertante senso voglia di pompini del pudore, che dovrebbe essere rispettato anche se si trova naturale girare nudi per casa.

Ci sarebbe anche molto da dire a favore della possibilità di osservare uomini e donne nude liberamente e senza angosce programmate di incesto o predominio. Si tratta della scarica delle angosce nell’adulto, riguardanti la capacità di essere accettati e la posizione all’interno di una situazione competitiva che, probabilmente, rende la nudità di gruppo una pratica così rilassante, piuttosto che una occasione di prendersi un’abbronzatura integrale e che spiega come mai abbia una funzione quasi sacramentale. I nudisti a prima vista sembrano aperti quanto gli hippies o i quaccheri nonostante facciano un gran discutere sul dogmatismo.

Potreste provare a frequentare un club naturista per cominciare avreste almeno la possibilità di praticare il nudismo all’aria aperta, cosa che è difficile fare a casa.

Tratto liberamente da “La gioia del sesso” di Alex Comfort

Segnalibro e Share
 Posted by at 07:09

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)