Dic 152008
 

Una splendida teoria: gli uomini che amano davvero, riescono a dire «ti amo» con difficoltà perché le parole gli appaiono insufficienti per esprimere tutto il loro amore. Ehm. È proprio così? Sarebbe troppo bello.

Se trovassero almeno qualcosa di equivalente, una poesia, ad esempio, o le scatoline con delle cosucce d’argento che ci rendono così nervose… vi amo puttanelle Ma no, gli uomini pensano: «Ehi, baby, l’ho già detto una volta, e finché non affermo il contrario, il patto rimane valido. Insomma, cosa altro vuoi sentirti dire?»

Gli uomini, in realtà, sono sentimentali come le donne, semplicemente, non riescono a esprimere ciò che provano con le parole. È assolutamente fuori luogo accusarli di essere insensibili.

Temo di farvi di nuovo la testa come un pallone, ma non lo si dice mai abbastanza: poiché le donne utilizzano la comunicazione anche per creare o rafforzare dei legami, pretendiamo dagli uomini queste testimonianze d’affetto.

Per noi donne non c’è niente di più bello del sentirsi dire ogni giorno quanto il nostro tesoro ci ami e ci adori e che noi siamo la cosa migliore che poteva capitargli nella vita e così via. Se vi amiamo davvero,  non ci costa alcuna fatica e non ci sogneremmo mai di definirvi per questo degli stupidi innamorati succubi delle donne.

A una donna che ama un uomo con rispetto e tenerezza, be’, lui può dire quelle due paroline ogni volta che vuole (a dire il vero, meglio venti volte tanto), non per questo sarà oggetto di disprezzo. In questo modo ci sentiremmo molto sicure senza per questo trattare il nostro uomo come uno straccio.

Nel caso, però, cari uomini, incontriate delle donne con intenzioni di questo tipo, vi è permesso di essere parchi delle dolci parole per rimetterle in carreggiata.

Liberamente tratto da “Perché gli uomini vengono così in fretta e le donne fanno sempre finta” di Anne West

Segnalibro e Share
 Posted by at 13:15

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)