Gen 042009
 

Talvolta, durante i preliminari, la donna non è in grado di stabilire se è in vena di orgasmo o meno.

Non sa se il ciclo sia in fase di luna piena o a metà. Magari si è lasciata trascinare, ma più va avanti e più è chiaro che non avrà un orgasmo.

Può non essere frustrante per entrambi se l’uomo si impegna a lungo per procurare l’orgasmo alla donna, ma nonostante l’impegno non succede nulla. orgasmi hentai xxx L’uomo incolpa lei o se stesso. Se non sa di essere soggetta alle fasi lunari, la donna può sentirsi in colpa a tal punto da simulare il piacere. Così facendo rischia di minare la fiducia di entrambi, lasciando un ricordo spiacevole e poca voglia di riprovare.

Se entrambi i partner capiscono che la donna è soggetta a un ciclo sessuale, tutte queste vecchie frustrazioni si sciolgono come neve al sole. Riacquistata la fiducia, entrambi i partner sentono scorrere liberamente i fluidi sessuali.

Le donne mi raccontano spesso come sia stato sufficiente, per loro, capire di essere come la luna per sentire una maggiore predisposizione all’orgasmo. La donna che ha difficoltà ad aprirsi durante il sesso comincia a lasciarsi andare nel momento in cui non si sente più obbligata ad avere un orgasmo. Non dover a tutti i costi manifestare piacere crea in lei le condizioni per esprimere ciò che le è naturale. Non sforzandosi di raggiungere l’orgasmo una certa volta acquisisce la libertà di averlo un’altra volta.

Se durante il rapporto sessuale la donna si rende conto che non arriverà l’orgasmo, non serve che si sforzi. Basta che dica: «perché non facciamo una sveltina?» Una piccola frase che può fare una grande differenza. Il partner non avrà il minimo problema a cambiare registro, e in men che non si dica smetterà di cercare di procurarle un orgasmo per dedicarsi completamente a se stesso.

Il fatto che lei non raggiunga l’orgasmo è un problema solo se viene vissuto da entrambi come una sorta di fallimento. Quando lei dice: «Facciamo una sveltina», è come se gli si togliesse le manette. Con questa proposta gli fa capire che non deve sentirsi in colpa, che semplicemente non è il momento, e che per appagarla pienamente basta che sia affettuoso e la stringa mentre si lancia verso il traguardo.

Benché sia necessario che l’uomo dedichi molto tempo alla donna per appagarla sessualmente, talvolta lui ha bisogno che lei impieghi poco.

Liberamente tratto da “Marte e Venere in camera da letto” di John Gray

Altre risorse: incontri di sesso.

Segnalibro e Share
 Posted by at 13:56

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)