Gen 092009
 

Secondo una vecchia storiella è possibile sedurre una persona del tutto inesperta, ignara del vostro intendimento, infilando un pollice nel pugno chiuso o tra le labbra e muovendolo avanti e indietro con indifferenza. In realtà, tutti coloro con i quali abbiamo tentato il giochetto hanno capito benissimo a che cosa alludevamo.

Questo dovrebbe essere un comando a distanza segnali di sesso orale per suggerire il sesso orale e più precisamente la fellatio. È comunque più efficace il metodo del pollice infilato in bocca. Anche la donna può fare chiare allusioni, per esempio mentre mangia.

Una volta abituati all’uno o all’altro di questi comandi a distanza. La maggior parte delle donne e, in numero minore, gli uomini, possono venire portati all’eccitazione, all’erezione e perfino all’orgasmo (magari semplicemente strofinando un lobo dell’orecchio) da una persona che siede con loro a tavola, o che sta all’altra estremità di una stanza, o, a teatro, nel palco di fronte.

Abbiamo avuto modo do osservare una situazione molto divertente, a proposito di questa tecnica: una ragazza stava ballando con un uomo, e intanto l’amante, che stava seduto da un’altra parte, le mandava il segnale.

Il primo, accorgendosi che la ragazza tra le sue braccia si stava eccitando, era tutto contento perché pensava che la cosa dipendesse da lui. Il telecomando originale è lo “sfiatatoio” che collega il ristorante alla sottostante cucina. Ben detto.

Liberamente tratto da “La gioia del sesso” di Alex Comfort

Segnalibro e Share
 Posted by at 13:42

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)