Mag 232010
 

Questa tecnica consiste nel premere fortemente l’uretra maschile alla base del pene, nell’incerta speranza di impedire l’eiaculazione e quindi il concepimento.

Come metodo anticoncezionale fa schifo, in quanto gli spermatozoi fuoriescono prima dell’eiaculazione.

Alcune donne però usano il trucco, sesso sfrenato mentre masturbano un uomo, di arrestare e di far ricominciare l’eiaculazione per prolungare l’orgasmo. Questa tecnica sassone potremmo rinominarla tecnica di sesso sfrenato … non trovate?

Comunque sia lo stesso risultato si ottiene con maggiore efficacia premendo l’asta del pene immediatamente sotto il glande con due o tre dita. La pressione deve essere decisa ma non dolorosa.

Alcuni esercitano invece una pressione nella regione perineale, tra lo scroto e l’ano. Lo scopo è quello di fare avvenire l’eiaculazione a tratti. Se si arresta completamente la fuoriuscita dello sperma, questo finisce nella vescica.

Non ci sono prove che questa tecnica sessuale sia dannosa, a meno che venga usata spesso e con violenza. Probabilmente, però, è meglio evitarla.

L’interruzione dell’eiaculazione può non essere pericolosa ma è difficile, e non tutti riescono a sopportarla. Le donne che utilizzano questa tecnica dicono che a volte è apprezzata: ma dipende dal partner.

In alternativa, per prolungare l’atto sessuale, ci si può fermare immediatamente prima dell’eiaculazione per ricominciare dopo qualche minuto.

Liberamente tratto da “La gioia del sesso” di Alex Comford

Segnalibro e Share
 Posted by at 11:59

  2 Responses to “Tecnica di sesso sfrenato sassone”

  1. Ma sinceramente mi sembra una cosa un pò azzardata…si rischia di fare male al patner…poi se la vogliamo considerare una tecnica anticoncezionale….bè direi che è pessima!

  2. @MissEros – Infatti c’è scritto chiaramente che come anticoncezionale fa schifo! 🙂 … per il resto lascio a chi legge le sue considerazioni.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)